Yanga-Mbiwa ad un passo dal Milan

Il primo acquisto dell'era post Thiago Silva e Ibrahimovic del Milan quasi certamente sarà Mapou Yanga-Mbiwa. La trattativa per il 23enne capitano della formazione transalpina, campione della Ligue 1, non è affatto semplice perché il Montpellier non ha assolutamente intenzione di cederlo per due lire e valuta il giocatore almeno 15-20 milioni di Euro, soldi che la società rossonera non ha intenzione di spendere per il possente centrale classe '89.

Stando alle parole del presidente del Montpellier Louis Niccolin rilasciate a France Football la trattativa fra i transalpini e il Milan è tutt'altro che da considerarsi in dirittura d'arrivo: " "Contatti avanzati col Milan? Perchè siano avanzati bisogna essere d'accordo. Siccome io non sono d'accordo, non c'è niente di avanzato. l giocatore rimarrà? Doveva decidersi prima, così avrei potuto acquistare un difensore per sostituirlo. Così resterà automaticamente un altro anno, anche arrivando alla fine del contratto. Non importa. Se il Milan proponesse un buon prezzo? Pensavo a 6 milioni, ora dovranno metterne tre volte tanti. E anche così non è certo che lo lasceremmo partire. I soldi del PSG? Non so niente, non mi interessano i soldi del PSG. Devono darci la stessa cifra che hanno ricevuto per Thiago Silva. Yanga-Mbiwa non se ne andrà".

Nonostante le dichiarazioni bellicose del patron del Montpellier il Milan si sente in una posizione di forza però poiché ha il sì del giocatore che è lusingato dall'opportunità di venire in Italia ed essere il pilastro della difesa di un club importante come quello rossonero. Yanga-Mbiwa insomma vuole il Milan e forte del placet del giocatore Galliani e Braida proveranno a convincere Nicollin di non forzare troppo la mano e non avere pretese folli per un giocatore che a giugno 2013 andrà in scadenza e potrà firmare con qualunque squadra senza che la società transalpina ne ricavi un Euro. Insomma meglio sei-sette forse anche 10 milioni di Euro subito piuttosto che incassare nulla fra 12 mesi. La penserà così anche il Montpellier?