Un nuovo nome per la difesa: Yanga-Mbiwa

Il Milan ha voglia di ripartire. Lo ha detto chiaramente Allegri, ma è anche il pensiero di Galliani, che sta trascorrendo il week-end a Forte dei Marmi, ma sempre con il telefono a portata di mano e pronto ad intervenire. Un attaccante, un centrocampista e un difensore sono gli obiettivi obbligati. Il denaro in cassa c'è, ma gli investimenti andranno fatti con oculatezza, altrimenti non avrebbe avuto senso sacrificare 2 pezzi da novanta come Ibrahimovic e Thiago Silva. Il vero colpo, con ogni probabilità, sarà comunque in attacco, ma ciò non deve togliere importanza agli innesti obbligati anche per gli altri 2 reparti. 

La novità di giornata, però, riguarda la difesa e ha il nome di Mapou Yanga-Mbiwa, 23enne difensore del Montpellier campione di Francia, originario della Repubblica Centrafricana ma in possesso di passaporto transalpino. Per la verità non si tratta di una new-entry assoluta, visto che in via Turati esistono già diverse relazioni sul suo conto. Ma, dopo essere transitato nelle orbite di Inter e Napoli, in queste ore è tornato di attualità per quella rossonera. Yanga-Mbiwa è stato una delle rivelazioni dell'ultimo campionato, tanto da venire indicato come il miglior difensore della Ligue 1, ma dopo averlo inserito tra i pre-convocati per gli Europei, il ct Blanc lo ha escluso giusto un attimo prima della partenza della spedizione.

Piace parecchio ad Allegri. La sua valutazione al momento si aggira attorno ai 7-8 milioni di euro, mentre l'ingaggio dovrebbe superare di poco il milione di euro. Non è del tutto tramontata, invece, la pista Rolando. E' vero che il Fenerbahce ha presentato un'offerta allettante non solo per il Porto, ma il giocatore potrebbe anche decidere di aspettare il Milan. A suo rischio e pericolo, ovviamente, perché non è da escludere che i turchi scelgano di cambiare obiettivo.