Thiago Silva resta al Milan!!!

"Thiago Silva resta al Milan". Così è deciso, parola di Silvio Berlusconi. Il patron dei rossoneri ha infatti annunciato ufficialmente di non voler fare a meno del difensore brasiliano per la prossima stagione, rinunciando ai milioni di euro, 42 più bonus, messi sul piatto dagli sceicchi del Paris Saint Germain. Telenovela, finita, insomma, dopo che solo due giorni fa sembrava fatta per l'approdo di Thiago Silva in Francia.

Lo stesso Psg ha annunciato, sul suo account ufficiale di Twitter, di aver ''preso la decisione di ritirarsi dalle trattative in corso con il Milan riguardo al giocatore Thiago Silva''.

Un cambio di rotta che, però, ha fatto estrarre le unghie a Paulo Tonietto, agente del brasiliano. "Se la società riconosce il suo valore - ha dichiarato a Tuttomercatoweb - gli garantirà un nuovo contratto". E giusto per non creare equivoci, Tonietto ha indicato anche il parametro che, secondo lui, dovrebbe seguire il Milan per adeguare un compenso che dovrebbe essere "come quello percepito dal giocatore più valutato ad oggi della rosa". Tradotto: Ibrahimovic. Ri-tradotto: 9 milioni netti annui, il doppio di quanto percepito attualmente, la stessa cifra messa sul tavolo dal Paris Saint Germain.

Sta di fatto che per ora sembra esserci stato il lieto fine dopo che Adriano Galliani aveva fatto capire che tutto era nelle mani di Berlusconi. "Le preghiere funzionano sempre", aveva detto all'uscita da un ristorante, alludendo all'appello lanciato da Milan Channel al presidente perché non cedesse il difensore brasiliano. "Presidente noi la preghiamo...lo tenga!!!", si leggeva sulla schermata mandata in onda dal canale tematico rossonero.

E durante la giornata, in effetti, sono cominciati a nascere ad Arcore dubbi e ripensamenti rinfocolati dalla figlia Barbara, dirigente del club, che ha insistito con il padre per non fare un passo indietro così importante su competitività e immagine del Milan.

Una scelta coraggiosa, un "no" che è costato - al momento e al netto delle nuove pretese contrattuali di Thiago Silva - 42 milioni di euro più bonus buoni per arrivare a quota 51 per un difensore, seppur il top al mondo nel ruolo. E' chiaro che, visti i pessimi dati di bilancio, ora al Milan toccherà recuperare altrove almeno parte del mancato ricavo, e soprattutto proseguire sulla strada di un mercato assai virtuoso, in cui sono vietati acquisti "cash" di alto livello. A meno che, in questa estate rossonera già così rovente, qualcuno venga a bussare alla porta per Robinho, Pato e soprattutto Zlatan Ibrahimovic. Difficile, però, che questo qualcuno sia il Paris Saint Germain: prima Pato e poi, nel caso, Thiago Silva. Anche i ricchi piangono, quando i "no" arrivano all'ultimo secondo.